Ti sei perso le ultime novità di LinkedIn? Niente paura!

Se hai effettuato l’accesso a LinkedIn nel corso degli ultimi mesi, avrai notato qualcosa di diverso. In realtà, tutto è diverso, perché LinkedIn ha revisionato completamente la sua versione desktop. Dopo l’acquisizione da parte di Microsoft nel 2016 è arrivato l’annuncio di voler ridisegnare il sito e da un giorno all’altro il social network ha cambiato completamente aspetto.

LikedIn è la più grande piattaforma di networking professionale, con oltre 467 milioni di membri in tutto il mondo, tuttavia gli iscritti a quanto pare non passano abbastanza tempo sul sito. Secondo le stime del  2016 ad esempio, solo il 23% degli utenti ha visitato il sito almeno una volta al  mese. Questi non sono dati incoraggianti per la società, e la ri-progettazione del sito web punta proprio a questo, ha come scopo quello di “creare più valore” per i membri e, si spera, quello di far venire voglia di passare più tempo sul sito ai propri utenti.

Ve la ricordate la vecchia homepage di LinkedIn?

le ultime novità di LInkedIn

 

Oggi la nuova versione si presenta così:

le ultime novità di LInkedIn

A prima vista non sembra cambiato granché, in realtà c’è tanto lavoro dietro questa nuova interfaccia…

Andiamo ad analizzare insieme alcuni dei più grandi cambiamenti apportati al sito in quanto a ri-progettazione e come il marketing e gli utenti potrebbero sfruttare al meglio queste nuove caratteristiche.

 

6 Cambiamenti di LinkedIn a cui forse non hai fatto caso

 

1) Una nuova homepage

Come anticipato nelle foto precedenti, Linkedin ha aggiornato la sua homepage. Usando una combinazione di redattori e di nuovi algoritmi, LinkedIn ha avviato una strategia che punta a maggiori contenuti e meno aggiornamenti di stato. Il “feed” della homepage suggerisce in primis i post organici, poi quelli sponsorizzati, e poi i contenuti pubblicitari che possono interessare gli utenti, in quella che sui social si chiama modalità “native advertising” (un contenuto sponsorizzato promosso e visualizzato all’interno dei contenuti offerti ai lettori che ha l’obiettivo di “immergere” la pubblicità all’interno del contesto). LinkedIn insomma sta cercando sempre più di far si che i suoi utenti si impegnino di più sulla piattaforma, modellando i feeds sullo stile di Facebook.

2) Più analytics

LinkedIn dopo l’aggiornamento offre nuovi strumenti, ad esempio l’analisi sugli utenti che interagiscono con i contenuti che condividiamo. Non solo quindi su chi visualizza il tuo profilo o chi condivide uno dei tuoi post, ora gli utenti possono vedere ogni tipo di interazione con il loro contenuto, le aziende da cui provengono le persone che hanno interagito e quali ruoli ricoprono.

Qui sotto uno screenshot per capire meglio a cosa mi riferisco, ci sono le analisi di un articolo che ho postato di recente su LinkedIn, non sono moltissime 😉 ma è solo un esempio!

le ultime novità di LInkedIn

 

Cliccando sulla voce “visualizzazioni del tuo post nei feed” o per chi come me avesse la versione in inglese “views of your post in the feed” la piattaforma propone i dettagli delle visualizzazioni ma anche altri articoli che potresti condividere con la tua rete per avere un maggiore engagement:

le ultime novità di LInkedIN

 

3) Nuove (e vecchie) funzioni di ricerca

LinkedIn ha affinato le sue capacità di ricerca in modo che gli utenti possano cercare in una sola esperienza di ricerca unificata in base a determinate parole chiave. Gli utenti possono facilmente passare tra le diverse categorie relative ai termini di ricerca, senza doversi spostare troppo nel sito.

Ad esempio questo è quello che mi appare da una ricerca per parola chiave: “web content”

le ultime novità di LInkedIN

 

 

Mentre in precedenza, gli utenti di LinkedIn dovevano andare in ciascuna sezione (“Persone”, “Lavoro”, “Società”), al fine di condurre ricerche, ora gli utenti possono cercare da un’unica schermata e ottenere tutti i risultati che stanno cercando.

In particolare, LinkedIn ha rimosso alcuni filtri per ricerca avanzate che erano precedentemente disponibili sulla versione Premium e ora sono disponibili solo con il Sales Navigator (funzione Pro e ottimo strumento per profili sales). Questi filtri sono: “anni di esperienza”, “funzione” e “livello di anzianità.”

4) Messaggistica tipo Chat

Presto, LinkedIn lancerà una nuova interfaccia a livello di messaggistica che consentirà agli utenti di inviare InMail come una chat, invece di una e-mail. Gli utenti non dovranno passare in un’altro riquadro per inviare un messaggio privato, saranno in grado di inviare una chat diretta senza lasciare il feed homepage LinkedIn, in maniera molto simile a Facebook Messenger insomma, come mostra l’immagine qui sotto:

le ultime novità di LInkedIN

Fonte: TechCrunch

 

Questo cambiamento aiuta gli utenti a trascorrere più tempo sul sito e con maggiore facilità. Inoltre, gli utenti potrebbero essere meno propensi a inviare il messaggio predefinito InMail tanto temuto se sanno che apparirà come una chat, invece di una e-mail.

5)  Chatbot

LinkedIn ha dichiarato che introdurrà a breve un bot che potrebbe aiutare nel pianificare una riunione con un altro utente LinkedIn, confrontare i calendari e suggerire una data e un luogo di incontro.

Il nuovo bot sarà parte di un servizio di messaggistica online che LinkedIn sta gradualmente espandendo per rendere più facile  agli utenti di comunicare senza aprire una nuova schermata o passando attraverso le e-mail.

Non è stato ancora implementato ma è un progetto dichiarato. Quindi aspettiamoci a breve questa novità.

6) Nuova interfaccia di blogging

LinkedIn ora dispone anche di una nuova piattaforma di pubblicazione, prima era disponibile solo nella versione in inglese, da qualche settimana dopo la nuova release è stata implementata anche per la versione in italiano. Prima, per pubblicare si doveva navigare su LinkedIn Pulse, ora basta un clic dalla homepage per usare il blog di pubblicazione semplicemente cliccando su scrivi un articolo (in questo caso write an article perché io ho il settaggio sulla lingua inglese):

le ultime novità di LInkedIN

Si potrà cominciare a scrivere l’articolo e utilizzare in modo semplice LinkedIn come una vera e propria piattaforma di blogging.

le ultime novità di LInkedIN

 

Utilizzare LinkedIn a mo’ di blog potrebbe farti attirare di più l’attenzione sia se sei in cerca di lavoro sia se sei un’azienda, in ogni caso accresce la popolarità. Infatti, l’utilizzo dei contenuti su LinkedIn è aumentato nel corso degli ultimi anni, quindi le aziende dovrebbero prendere in considerazione LinkedIn e utilizzarla come una piattaforma per la riproduzione o la creazione di contenuti originali.

Quale sarà il futuro di LinkedIn

In mezzo a questi cambiamenti, le aziende dovrebbero tenere d’occhio il loro pubblico e passare del tempo sulla piattaforma analizzando i comportamenti. Se il numero di utenti mensili attivi aumenta (per consultarli basta andare sui report di LinkedIn) potrebbe essere utile investire più risorse nella gestione di campagne e nella creazione di contenuti.

Staremo a vedere ulteriori modifiche alla piattaforma che sono ormai all’ordine del giorno. Nel frattempo, sarebbe bene prendere dimestichezza con il nuovo sito e sperimentare le nuove funzionalità di analisi per vedere come si comporta il pubblico.

Se hai bisogno di consigli su come utilizzare al meglio le potenzialità di LinkedIn non esitare a contattarmi.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.